“Anche i motori a benzina più avanzati sprecano circa un quinto del carburante”

Queste sono state le parole che hanno aperto il comunicato stampa di Bosh alla fine della estate scorsa.
Ma come? Prima mi meni la viola che gli ultimi sistemi prodotti sono super efficienti e mi faranno avere performance da brivido con consumi ridotti e poi te ne esci che sprecano il 20% della benzina che compro?

Come consumatore finale mi sento preso in giro, per carità non è la prima volta e purtroppo credo neanche l’ultima, ma comunque mi girano le balle!

Sapevano dall’inizio che si sprecava del carburante ma lo hanno tenuto nascosto fino ad ora. Avranno avuto un attacco di coscienza verso quelli che ci avevano creduto?
NO.
Hanno semplicemente iniziato a distribuire un sistema di iniezione diverso e quindi lo devono lanciare sul mercato. Marketing…

Ma quale sarebbe questa novità, in cosa consiste? È spiegato in questo bell’articolo di Enrico De Vita: LEGGI Articolo

In buona sostanza “ai motori non deve essere permesso di surriscaldarsi” (sempre dal comunicato stampa Bosch) e quindi per raffreddare le zone critiche viene iniettata della benzina in più (circa 20%) che non partecipando alla combustione, evapora portando via calore.

Questo sistema è diffuso fin dal 1992 e quindi dopo 25 anni hanno deciso di adottare un’altra soluzione per ottenere il risultato, iniettare acqua invece che benzina per abbassare le temperature. Effettivamente si sono accorti che a parte rare eccellenze ultra lussuose l’acqua costa meno della benzina…
Nel frattempo abbiamo continuato a pagare di tasca nostra della benzina in più che sapevano sarebbe andata sprecata.

Ma è veramente una novità?

“Il miglior additivo per un motore a benzina è l’acqua” mi disse in uno dei nostri primi incontri Gianni Mussato, costruttore e pilota adesso in pensione. Nella foto una delle sue macchine quando era in pista. L’acqua veniva utilizzata proprio per abbassare le temperature del motore e per aumentare la pressione nel cilindro, quindi per aumentare l’efficienza del motore.

Diciamo che l’idea di Bosch non è proprio innovativa…

Ben venga comunque un sistema che consente di risparmiare, o meglio NON SPRECARE  i nostri soldi, anche se il ritardo lascia un po di rammarico. Certo che se considero che potevano fornirci questa tecnologia 30 anni fa e faccio il calcolo di quanti soldi ho sprecato dal benzinaio un po mi girano…

Si sa che non ci raccontano proprio tutto, ma queste sono le notizie che fanno crescere un senso di impotenza a noi “comuni mortali” nei confronti dei grandi colossi. Oramai ci abbiamo fatto l’abitudine, lo diamo per scontato che in molti casi chi ha potere mente. E che ci posso fare io? – è il commento che si sente più spesso.

Ma siamo sicuri che non possiamo farci nulla? Se vuoi approfondire e scoprire anche tu come correre ai ripari clicca QUI